18 Marzo 2021

Cherry 106 al webinar sui crediti fiscali di Assofintech

SCARICA IL COMUNICATO

La piattaforma SuperB, sviluppata per la cessione di crediti di imposta derivanti da Superbonus, Sismabonus ed Ecobonus, al centro di un approfondimento tra i player di mercato

MILANO, 18 MARZO 2021 - Dall’acquisto di crediti deteriorati a quello dei crediti d’imposta derivanti da interventi di riqualificazione energetica: un passaggio quasi “naturale” per Cherry 106, intermediario finanziario specializzato negli investimenti in NPL, che quest'oggi ha raccontato il proprio ingresso nel mercato dei crediti fiscali al webinar “Ecobonus, superbonus, sismabonus, come avvantaggiarsene con le piattaforme fintech”, organizzato da Assofintech nel contesto di Milano Digital Week. Introdotto dal presidente di Assofintech, Maurizio Bernardo, e moderato dalla giornalista Stefania Peveraro, direttore di BeBeez, il webinar è stato l’occasione per illustrare alcune esperienze messe in campo da operatori fintech nel business dei crediti fiscali, tra cui quella svoltasi in collaborazione tra Cherry 106 e Banco BPM attraverso la piattaforma SuperB.

«Abbiamo intercettato l’esigenza di un mercato dai volumi importanti e colto la sfida di semplificare e velocizzare il processo di cessione dei crediti legati a Super Bonus 110%, Sisma Bonus ed Ecobonus», ha spiegato Laura Gasparini, Head of Market & Investments di Cherry 106. «Lo abbiamo fatto sviluppando la piattaforma SuperB di Cherry, che attualmente offre ai clienti di Banco BPM l’opportunità di eseguire digitalmente la procedura di cessione di crediti maturati per interventi di riqualificazione energetica di valore nominale superiore a 10mila euro. Una sfida che abbiamo approcciato mettendo a disposizione da un lato la nostra esperienza nella gestione dei crediti, dall’altro la propensione al digitale, che è il vero abilitatore di una user experience rapida ed efficace».

La piattaforma, sviluppata da Cherry 106 in collaborazione con il Gruppo TeamSystem, «ha favorito un alleggerimento dei servizi in filiale, dove di fatto si svolge solo una prima parte di apertura della pratica – ha sottolineato Riccardo Colombo, responsabile Sviluppo e Accordi Commerciali Banco BPM – Il nostro istituto è distributore del prodotto di Cherry 106: svolge attività informativa, fornisce assistenza telefonica attraverso il contact center, ma la pratica è per intero gestita dalla piattaforma».

«Cherry copre due tipologie di crediti, quelli di beneficiari diretti (privati e condomini) oppure quelli delle imprese che applicano lo sconto in fattura – prosegue Laura Gasparini – La procedura prevede l’invio di una documentazione minima, attestante in forma di autodichiarazione la progettualità realizzata o in fase di completamento; una volta effettuate le prime verifiche, previste dalle norme antiriciclaggio, viene stipulato un contratto con il cliente, firmato digitalmente, che a questo punto procede con l’invio di tutta la documentazione richiesta dall’Agenzia delle Entrate. A istruttoria terminata, viene notificata al cliente la possibilità di perfezionare la pratica e cedere il proprio credito a Cherry 106 attraverso la piattaforma dell’Agenzia delle Entrate; quindi, la stessa Cherry provvede a liquidare il corrispettivo pattuito (i prezzi sono definiti all’interno del contratto). Una volta acquistati i crediti, Cherry 106 li cede a sua volta a Banco BPM».

«Nel corso della procedura ci avvaliamo della collaborazione di Kpmg e Protos, operatori leader in ambito fiscale e tecnico – conclude Laura Gasparini – La piattaforma stessa è pensata per integrare più servizi e competenze specifiche diverse. In tal senso, crediamo che questa tecnologia abbia possibilità di applicazione ad altri crediti fiscali, come quelli dell’Industria 4.0».

SCARICA IL COMUNICATO